Varie

La mega catena Cineworld chiude i cinema Regal dopo il ritardo di “No Time to Die”

In seguito al ritardo di più tentativi di Hollywood – tra cui il film di James Bond No Time to Die – la catena di mega-cinema Cineworld sta pianificando di chiudere temporaneamente o mantenere chiuse tutte le sue sedi nel Regno Unito e negli Stati Uniti, ha confermato The Hollywood Reporter . La società con sede in Gran Bretagna è il più grande circuito del Regno Unito con più di 120 siti e il secondo più grande del Nord America, dove gestisce circa 540 sedi sotto la bandiera di Regal Cinemas. Mentre molti dei suoi teatri nel Regno Unito avevano riaperto alla fine di luglio, un numero considerevole dei suoi siti statunitensi era rimasto chiuso dopo essere stato costretto al buio a causa della pandemia di coronavirus.

In tutta Hollywood, il titolo a sorpresa del sabato sera ha suscitato la preoccupazione immediata che AMC Theatres e Cinemark Theates, le altre due maggiori catene statunitensi, potrebbero presto seguire l’esempio. Nel Regno Unito, ora si teme che anche i giganti del cinema Vue e Odeon chiudano i loro siti. Il mondo del cinema sperava che il botteghino potesse riprendersi sul serio questo autunno, ma non è così in molti dei principali mercati.

Il Sunday Times ha  riportato la notizia per la prima volta sabato.

I partner di No Time to Die MGM, Eon Productions e Universal hanno annunciato giovedì che il film sarà rinviato dal 20 novembre alla fine di aprile 2021 a causa della pandemia in corso. Anche Disney e Pixar dovrebbero far uscire i loro film nelle sale nel 2021, lasciando gli esercenti senza grossi film, dopo il ritardo di No Time to Die , Wonder Woman 1894 e Black Widow. Senza nuovi titoli nelle sale, sarà difficile conquistare i consumatori già diffidenti. A causa del calo delle entrate negli ultimi mesi, le azioni di Cineworld sono scese di quasi il 15% il 23 settembre e la società ha avvertito che “non c’era certezza” sull’impatto che la pandemia avrebbe alla fine avuto sull’attività. Anche i circuiti rivali sono in difficoltà finanziaria.

“L’impatto di COVID-19 sulla nostra attività e sull’industria del tempo libero in generale è stato sostanziale, con la chiusura di tutti i nostri cinema in tutto il mondo per un periodo prolungato”, ha affermato in una recente dichiarazione Moshe “Mooky” Greidinger, CEO di Cineworld.

Le chiusure nel Regno Unito dovrebbero mettere a rischio fino a 5.500 posti di lavoro. Secondo quanto riferito, Cineworld ha scritto al governo britannico per dire che l’industria è ora “non redditizia”.

Articoli correlati
Varie

Ci lascia Alessandra Valeri Manera, per anni responsabile dei programmi per ragazzi di Mediaset ed autrice delle canzoni di Cristina D'Avena

Autrice tv e paroliera, Alessandra Valeri Manera ci lascia a 67 anni il 20 giugno 2024 a Rapallo…
Continua
Varie

Eagle No Limits: Eagle Pictures debutta su Prime Video, il nuovo canale tematico dedicato ai migliori film

Eagle Pictures, primaria società di distribuzione e produzione cinematografica in Italia, ha…
Continua
Varie

Ci lascia l’attore e doppiatore Angelo Nicotra voce di Morgan Freeman e molti altri.

È morto all’età di 75 anni Angelo Nicotra, attore, doppiatore, dialoghista e direttore del…
Continua
VUOI DIVENTARE UN AUTORE NERD CAFFÉ?
Questa è l'occasione giusta

Potrai contribuire scrivendo le notizie, le recensioni e gli articoli che vengono pubblicati ogni giorno sul sito. La collaborazione è a titolo gratuito e non è prevista retribuzione.

[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *