Recensioni

Jurassic World: Camp Cretaceous, La recensione della seconda stagione

Jurassic World: Camp Cretaceous stagione 2 è una continuazione diretta; seguendo Darius e i suoi nuovi amici, si ritrovano bloccati sul lato opposto dell’isola da soli. È una storia di sopravvivenza amichevole e calorosa e, senza la costruzione del mondo. Darius continua a fare appello al fan che c’è in tutti noi, eccitandosi spietatamente quando si imbatte in un dinosauro, mentre gli altri sembrano meno interessati.

Come la stagione precedente, la stagione 2 è meno incentrata sui dinosauri: sono semplicemente oggetti di scena per la serie principalmente rivolti ai bambini. Jurassic World: Camp Cretaceous  continua ad aumentare il valore dell’amicizia e la forza di stare uniti. C’è un vero calore nel raggruppare insieme. Posso immaginare i bambini che guardano questa serie e trovano il vero fascino e comprensione quando guardano i personaggi raggrupparsi insieme e fornire un supporto sincero – forse è una lezione in un mondo sempre più divisivo.

Ma non ci sono miglioramenti reali in Jurassic World: Camp Cretaceous – La stagione 2 continua a serpeggiare attraverso gli ambienti mentre i personaggi affrontano nuovi obiettivi e si divertono con le avventure. È semplicemente un’estensione di un universo di cui già godiamo, quindi non c’è nulla di male in questo.

ATTENZIONE SPOILER

jwcc season2 teaser baryonyx1

I primi episodi fanno capire agli amici come farcela da soli. Cosa possono fare per ripararsi? Dove possono trovare l’acqua? E come possono nel frattempo evitare i dinosauri? L’episodio 4 è quando le cose iniziano a diventare più interessanti. Alcuni eco-turisti arrivano sull’isola per fotografare i dinosauri, ma Brooklynn sospetta che non siano così amichevoli come sembrano.

Questi turisti, Tiff, Hap e Mitch, sostituiscono Roxie e Dave, i consiglieri del campo ormai assenti della prima stagione. Sono un gradito sostituto, tuttavia, poiché rinfrescano la storia e aggiungono interesse a una trama che altrimenti sarebbe potuta facilmente rientrare nello schema della prima stagione. Senza spoilerare troppo, posso dire che sì, il loro arrivo suscita un molti guai. Il nerd dei dinosauri Darius riconosce immediatamente uno spirito affine in Mitch, e lui e il resto dei campeggiatori sono grati per il loro campeggio all’avanguardia e tutti i suoi servizi. La guida intimidatoria e francamente spaventosa di Mitch, i nostri autoproclamati ecoturisti finiscono per essere grandi cacciatori di selvaggina, sull’isola per ottenere trofei prima che i dinosauri si estinguano di nuovo. Nemmeno il bacon appena cucinato e la promessa di portare i bambini fuori dall’isola possono riscattare Mitch e Tiff quando minacciano i bambini di aiutarli a trovare i dinosauri che vogliono cacciare.

maxresdefault

Il destino di Ben e Bumpy, Dopo una terrificante caduta dalla monorotaia del parco la scorsa stagione, il ragazzo nevrotico Ben e il suo anchilosauro asimmetrico adottato Bumpy sono stati ritenuti morti dai loro compagni campeggiatori. Lo scatto finale della prima stagione ha rivelato la loro sopravvivenza a noi spettatori, ma il resto dei bambini deve convivere con il senso di colpa e il dolore fino a quando Ben e Bumpy non tornano di nuovo nella storia per aiutare a salvare la situazione.

Grazie alla sua accelerazione della crescita geneticamente modificata, la nostra piccola Bumpy è ormai cresciuta ed è abbastanza grande da permettere a Ben di cavalcarla. È grande, bella e pronta per l’azione, e dà una mano (o una coda) più di una volta mentre i bambini irrompono nei tunnel sotto il parco per ripristinare l’energia e salvare i dinosauri dai cacciatori.

Gli episodi si muovono così rapidamente che quando arriverà l’ultimo episodio avrà solo stuzzicato l’appetito del pubblico per scoprire cosa succederà dopo. Cosa stavano tenendo sotto il ghiaccio lì dentro? Aveva qualcosa a che fare con il programma ibrido o potrebbe essere un progetto completamente diverso ancora da rivelare nel franchise di Jurassic Park.

 

Articoli correlati
Recensioni

Prey (2022) - La recensione del prequel di Predator

“Prey” vale la pena spendere i soldi per vederlo sullo schermo più grande…
Continua
Recensioni

American Beauty (1999)

American Beauty è un film del 1999 scritto da Alan Ball e diretto da Sam Mendes, vincitore di…
Continua
Recensioni

Alien Covenant (2017)

Alien: Covenant è un film del 2017 diretto da Ridley Scott. La pellicola è il sequel del film di…
Continua
VUOI DIVENTARE UN AUTORE NERD CAFFÉ?
Questa è l'occasione giusta

Potrai contribuire scrivendo le notizie, le recensioni e gli articoli che vengono pubblicati ogni giorno sul sito. La collaborazione è a titolo gratuito e non è prevista retribuzione.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *