Recensioni

The Dark Knight Rises (2012)

Il cavaliere oscuro – Il ritorno (The Dark Knight Rises) è un film del 2012 diretto da Christopher Nolan.

— Trama —
Otto anni dopo gli eventi de Il cavaliere oscuro, Gotham City gode un periodo di pace. Con i poteri concessi dal decreto Dent, promulgato in seguito alla tragica morte del procuratore distrettuale Harvey Dent (divenuto all’insaputa della città il criminale Due Facce, prima di morire), il dipartimento di polizia di Gotham ha eliminato con successo gli ingranaggi essenziali affinché la macchina della malavita si arrestasse. Batman è fuggito quella notte di molti anni fa e Bruce Wayne si è ritirato dalla vita pubblica, autorecludendosi nella sua grande magione, mentre circolano molte voci su quel che è rimasto di un miliardario in declino. Il commissario James Gordon si sente in colpa per aver coperto i crimini compiuti da Dent incolpando Batman; scrive perciò un discorso per raccontare la verità alla popolazione di Gotham e comunicare la propria decisione di rassegnare le dimissioni, ma alla fine giunge alla conclusione che la gente non è ancora pronta per la verità.

Capitolo conclusiva della Trilogia dedicata a Batman, The Dark Knight Rises, si rivela essere il più debole del trittico pur mantenendo un livello medio/alto per tutta la pellicola.
Sicuramente non ha aiutato la prematura scomparsa di Heath Ledger che ha letteralmente cambiato i piani in corsa per la storia conclusiva ma, il vero problema di questo Film è stata la scelta di Nolan di adottare in alcune occasioni soluzioni fumettistiche a sfavore di un contesto reale a cui, ci aveva abituato nelle prime pellicole.
Ebbene si, per risolvere il danno alla schiena di Wayne ed il ritorno a Gotham sono state usati espedienti abbastanza fantasiosi/irreali che hanno finito per rovinare quella magia chiamata realtà a cui eravamo ben consapevoli di vedere.

Sia chiaro, non che sia un male, stiamo pur sempre parlando di un personaggio tratto da un fumetto ma, quando inizi ad abituare bene la gente, anche queste cose ti possono tornare contro.

Va detto, che a parte in quelle due occasioni, il Film si mantiene sui canoni dei Capitoli precedenti ed il nuovo Villain funziona alla grande: Nolan ridà dignità a Bane (completamente distrutto ed umiliato in Batman & Robin) creando un avversario fisico per Batman. Ottimo anche il lavoro sul personaggio di Catwoman dove, Anne Hathaway fa un buon lavoro, un po’ defilata Talia Al Ghul che soffre la presenza scenica di Hardy e della Hathaway.

Il resto del cast fa il suo ottimo lavoro e la storia è lineare e senza troppi incidenti di percorso (vedi la questione danno allo schiena).

Finale pseudo riflessivo che lascia all’immaginazione dello spettatore se Batman muore o meno ma, la risposta è abbastanza scontata.

Sicuramente, questo Capitolo è il meno riuscito della Trilogia, paga essere uscito dopo Dark Knight, ma tutto sommato si mantiene su livelli più che buoni.

Trilogia che merita di essere vista.

Voto 8

Articoli correlati
Recensioni

Prey (2022) - La recensione del prequel di Predator

“Prey” vale la pena spendere i soldi per vederlo sullo schermo più grande…
Continua
Recensioni

American Beauty (1999)

American Beauty è un film del 1999 scritto da Alan Ball e diretto da Sam Mendes, vincitore di…
Continua
Recensioni

Alien Covenant (2017)

Alien: Covenant è un film del 2017 diretto da Ridley Scott. La pellicola è il sequel del film di…
Continua
VUOI DIVENTARE UN AUTORE NERD CAFFÉ?
Questa è l'occasione giusta

Potrai contribuire scrivendo le notizie, le recensioni e gli articoli che vengono pubblicati ogni giorno sul sito. La collaborazione è a titolo gratuito e non è prevista retribuzione.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *